The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

19 ottobre 2011

Il cammino di Santiago

Ecco concluso il nostro personale pellegrinaggio con il Wanderer: dopo aver incontrato molti veri pellegrini con lo zaino in spalla in marcia per le strade di Spagna, siamo giunti alla meta di tanti caparbi camminatori, Santiago di Compostela, metropoli religiosa della Spagna, tra i più celebri e frequentati centri della Cristianità, meta di pellegrinaggio fin dal Medioevo. Un business colossale.
Partendo da La Coruna ci siamo giunti percorrendo la strada che conduce a Capo Fisterra, il punto più occidentale della penisola iberica, sfiorata ieri dalle soffuse foschie e dalle nebbie dell’Atlantico, senza un filo del vento presente così spesso da quelle parti.
Santiago, dall’aspetto severo e silenzioso, offre strette vie a portici, piazzette tranquille, splendidi palazzi e monumenti, e la maestosa cattedrale con la sua vasta piazza piena di pellegrini esausti per la lunga camminata.
Wanderer si risveglia in magnifica sosta libera a La Coruna

Capo Fisterra, la fine della terra…
… e la fine del Cammino di Santiago
Il faro di Capo Fisterra assediato dalla nebbia
Le costruzioni presenti ovunque lungo le strade della Galizia di cui non sappiamo ancora il nome e lo scopo: forse granai, forse per la legna?
La Cattedrale di Santiago de Compostela
L’interno dell’Hospital Real a Santiago,
fondato dai Re Cattolici nel 1492, oggi lussuoso hostal

Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti

Nessun commento:

Posta un commento