The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

23 giugno 2016

Val Vertova: un gioiello da proteggere. NO CENTRALINE ELETTRICHE!

Il caldo è arrivato ed io, dovendo per ora tenere il Wanderer in città, ho necessità di fuggire, in sella alla Vespa, in direzione angoli di montagna e fresche acque dei torrenti. E quale Valle migliore nelle immediate vicinanze di Bergamo che la preziosa Val Vertova?
E quindi eccomi a rifare un’ennesima volta, però dopo alcuni anni, il percorso dentro le fredde acque del torrente Vertova, rimanendo il più possibile con i piedi e le gambe a mollo, lontano dal sentiero che lo costeggia. Refrigerio assoluto!
In Val Vertova vogliono però costruire due centraline elettriche nei punti più belli, contro il parere e la volontà della popolazione e dei comuni interessati. Pare che chi gestisce il demanio a livello nazionale e regionale possa fare ciò che gli pare, appaltando a privati che ci lucrano producendo energia e vendendola all'Enel.
A costoro non interessa il paesaggio unico e incantevole di questa valle, ma a noi si!
La gente, supportata dai comuni, si deve mobilitare in massa per evitare questo possibile scempio.


Nel canale You Tube di Gentleman Gipsy
trovate 39 mini video
(titolo “Gentleman Gipsy - Salviamo la Val Vertova: NO CENTRALINE - Percorso nel torrente”)
di brevissima durata che illustrano ancora
meglio il percorso all’interno del torrente.




La non comune bellezza della Val Vertova










Cliccate sulle foto per ingrandirle ed apprezzarle maggiormente.
Molte più foto sono nel mio spazio in Facebook.
Chi desidera visionarle mi chieda il contatto specificando il motivo “fotografico”.
Grazie.



Altri link dell’autore:

Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:

La pittura:

Le foto di“pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:

I libri pubblicati:


1 commento:

  1. Il testo che accompagna la petizione: "L'immobiliare 1° Sole Srl ha presentato, nei mesi scorsi, richiesta per la realizzazione di due centrali idroelettriche della potenza ciascuna di circa 200KW in Val Vertova nella provincia di Bergamo.
    Questa valle è uno dei più suggestivi angoli della Valle Seriana ed è di elevato valore ecologico e paesaggistico; rimane una delle poche valli incontaminate, con una presenza di biodiversità di notevole valore che rappresenta un patrimonio naturale per la comunità; lo stato ambientale del torrente Vertova per la purezza delle sue acque, nella pianificazione dei corpi idrici della Lombardia ha livello "BUONO".

    Perchè diciamo NO alla realizzazione di queste centrali idroelettriche?
    Il torrente Vertova è già sfruttato per prelievi a scopo potabile.
    Ulteriori prelievi di acqua ne stravolgerebbero l'ecosistema, compromettendo specie e habitat prioritari per la Rete Ecologica Regionale ed Europea.
    Gli sbancamenti previsti per la posa delle condotte (1500 metri circa) e delle centraline, causerebbero un impatto ambientale devastante sia del paesaggio sia dell'ecosistema della valle con danni irreparabili alle specie animali e vegetali nonchè alla comunità stessa.
    Vi è infine la totale assenza di sostenibilità sociale oltre che ambientale, in quanto il progetto andrebbe di un solo privato e solo a fini di lucro". Si può firmare nel link: https://www.change.org/p/comitato-val-vertova-bene-comune-centraline-elettriche-in-val-vertova-no-grazie?recruiter=66548919&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=share_page&utm_term=des-lg-share_for_starters-custom_msg&recuruit_context=fb_share_mention_control&fb_ref=Default

    RispondiElimina