The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

27 dicembre 2011

2011, ultimi giorni di un anno straordinario

Ultimi giorni del 2011, l’anno del mio numero preferito e ricorrente, l’11,  che non poteva essere più straordinario e singolare di come è stato. Un anno in cui Sara ed io abbiamo vissuto interamente da “nomadi vagabondi itineranti” tra l’Italia, la Francia, la Spagna, il Portogallo e soprattutto il Marocco. Ci piacerebbe incontrare qualcun altro come noi, senza nulla togliere alle centinaia, forse migliaia, di pensionati europei che vivono una buona parte della loro vita sui loro camper qui in Marocco o in paesi dal clima mite dell’Europa meridionale. Persone spesso adorabili ma che per scelte di vita, condizioni economiche e problemi da affrontare, sono molto diverse da noi che ormai non abbiamo nient’altro che il Wanderer e la nostra fantasia creativa per cercare mezzi di sostentamento.
Ci piacerebbe conoscere altre persone che cercano di sbarcare il lunario cercando di pareggiare le uscite con le entrate, mantenendo uno stile di vita itinerante, magari per scambiarci qualche idea.
Chissà che il 2012 non sia l’anno che ci porti qualche incontro interessante con qualcuno con cui condividere anche qualche pezzo di strada.

(Nello spazio Gentleman Gipsy in You Tube troverete gli ultimi minivideo, per entrare cliccare il seguente  link: http://www.youtube.com/user/ilvagabondo62?feature=mhee)

Incontri nella Valle degli Uccelli ad Agadir




Il sole si tuffa nelle nebbie lontane dell'oceano Atlantico



Il Camping Atlantica d'Imourane, Agadir,
completo all'inverosimile in questo periodo

 

Le bianche tombe di un cimitero islamico ad Agadir

 
Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti

Nessun commento:

Posta un commento