The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

27 novembre 2012

Roma capitale


Partiti di nuovo, un poco in anticipo rispetto al previsto.
Nessun lavoro in vista a breve, clima in peggioramento, atmosfere natalizie da evitare, sono tutti fattori che ci hanno indotto a puntare verso una forse più calda e soleggiata Sicilia, con uno stop a Roma per ritirare un costoso documento, visto che stiamo percorrendo un nuovo inferno burocratico: la richiesta di cittadinanza italiana per Sara.
Roma capitale, rinomata in tutto il mondo per l’arte e la storia, offre, come tutte le grandi metropoli del pianeta, troppi angoli decadenti, degradati, squallidi, fatiscenti, oltre a paesaggi murali ampiamente deturpati dai graffitari. Le periferie incolori, affollate da una moltitudine di gente e di immigrati provenienti da ogni angolo della terra, non contribuiscono certo a migliorare l’atmosfera generale di questa città.
Me ne dispiace ma, ogni volta che vengo da queste parti, non riesco a non sentirmi un po’ infastidito dalle sensazioni che provo quando mi guardo intorno e vedo forze dell’ordine dispiegate ovunque per proteggere i dispendiosi palazzi della politica, circondati dai lampeggianti e dall’arroganza delle macchine blu, il tutto contorniato dal più vario e becero turismo.
Siamo proprio un impero in decadenza di romana memoria, o forse sono solo io che oggi mi sento ingrigito dal cielo nuvoloso e dai nostri problemi burocratici.
 
Piazza di Spagna

 
Fontana di Trevi

 
Il Pantheon

 
La cupola e l'interno del Pantheon


 
Piazza Navona
 
Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti
Altri link dell’autore:
Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:
La pittura:
Le foto di“pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:
I libri pubblicati:
 

Nessun commento:

Posta un commento