The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

19 marzo 2014

Leonardo, il cucciolo d’uomo è arrivato: sono nonno!


Sono nonno! E’ nato Leonardo! Lui e mamma Michela stanno bene, Stefano, il padre, non è svenuto (da vero uomo!), i nonni non sono ancora troppo “rinco” (spero me compreso…) e ben due bisnonne sono ancora pimpanti e in buona forma! E inoltre si troverà un cospicuo numero di zii e cugini tutt’intorno!
Che si può offrire di più ad un neonato? J Un viaggio a bordo del Wanderer non appena possibile…! J
Non succede tutti i giorni di vivere emozioni come questa. Non succede tutti i giorni che nella propria vita entrino persone importanti.
Nel giorno della festa dei papà, Michela ha fatto un meraviglioso regalo a Stefano, il papà di Leonardo, e a suo padre, che sarei io… J



19 marzo, Leonardo, nato da circa un'ora


20 marzo, mamma e figlio il giorno dopo


Qui è entrata Michela con la pancia e ne è uscito Leonardo in culla...!


Atmosfere del 19 marzo 2014 all'Ospedale di Bergamo 
mentre Leonardo veniva alla luce dietro una delle finestre al primo piano










Nessun commento:

Posta un commento