The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

11 novembre 2015

5 anni di vita a bordo del Wanderer!

Oggi 11 novembre e non a caso, il progetto Gentleman gipsy compie 5 anni. Cinque anni di vita a bordo del Wanderer e in compagnia della fedele Vespa. Miriadi di ricordi si rincorrono nella memoria, gli innumerevoli orizzonti contemplati, angoli di Africa e d’Europa, quadri dipinti dalla luce della nostra penisola. Ricordi sereni, allegri, felici ma anche malinconici e dolorosi. Ricordi di una persona che partita insieme a me, ora non mi è più accanto.
In questi anni non vi ho dato moltissime informazioni specifiche sulle aree di sosta, sugli itinerari, sulla logistica, sulla “tecnica di vita” a bordo dell’amato Wanderer. E nemmeno molte informazioni storiche o geografiche sui luoghi che ho visitato. Non era affatto la mia intenzione, ci sono ben altri e abbondanti siti in rete che lo fanno ampiamente.
Ciò che ho cercato di fare è di trasmettere qualche emozione attraverso le mie parole e le mie immagini, forse anche per far si che qualcun altro possa intraprendere il cammino che tiene nel cassetto: vedere il Pianeta con i propri occhi anziché attraverso uno schermo televisivo, esplorare i paesaggi del mondo con una modalità di vita e di viaggi un po’ diversa dal fare vacanze o turismo. Viaggiare è semplicemente un’altra dimensione di vita.
Spero di continuare ancora e a lungo a fare questa vita.
Spero di trovare di quando in quando dei lavori che mi permettano di sostenere questo progetto.
Spero continuiate a farmi compagnia e a seguirmi con affetto.
Non avrete molte informazioni tecniche da me.
Solo (e forse) qualche altra emozione. J





Cliccate sulle foto per ingrandirle ed apprezzarle maggiormente.
Molte più foto sono nel mio spazio in Facebook.
Chi desidera visionarle mi chieda il contatto specificando il motivo “fotografico”.
Grazie.



Altri link dell’autore:

Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:

La pittura:

Le foto di“pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:

I libri pubblicati:

Nessun commento:

Posta un commento