The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

20 ottobre 2016

Esplorando Doha


Doha, che significa letteralmente “il grande albero”, regala frutti inaspettati. E’ una città di un fascino profondo, difficile da descrivere a parole. Con le sue luci, il paesaggio di perfetta architettura urbana, il verde a ridosso del deserto, la vita brulicante del giovedì sera (che è come il venerdì per noi), la pulizia, l’ordine, la gentilezza della gente, sembra davvero uno Shangri La, un paradiso perduto e ritrovato.
Le immense ricchezze che arrivano dal petrolio (che noi compriamo in quanto schiavi di una tecnologia che non riesce ad andare oltre) hanno permesso di ricostruire una città tra le più moderne ed efficienti che io abbia mai visitato. Difficile non esserne colpiti. Il caldo che ogni giorno accompagna la vita perennemente estiva degli abitanti, li fa vivere la notte: nei parchi lungo la Corniche giocano bimbi allegramente felici anche oltre la mezzanotte.
Un luogo da esplorare.


Vista dal 42° piano dell'Hotel Shangri La




Il colorato e vivo Souk Waqif


Uccelli, qui una grandissima passione: è il regno dei falconieri



Ricchezza, eleganza araba (a volte per noi un filo pacchiana...),
luci, colori, musica, donne in burka nero e uomini in bianco 
tradizionale: un mondo da  esplorare


Atmosfere nel Souq Wakif




Musica e danze in piazza






Il Museo di Arte Islamica





Un "perla" di fontana


Barche illuminate per gite turistiche notturne


Doha by night






Bellissima la lunga passeggiata della Corniche e i parchi verdi con erba 
mantenuta perfettamente nonostante il sole e il caldo




I bambini giocano fino a tarda notte





Cliccate sulle foto per ingrandirle ed apprezzarle maggiormente.
Molte più foto sono nel mio spazio in Facebook.
Chi desidera visionarle mi chieda il contatto specificando il motivo “fotografico”.
Grazie.



Altri link dell’autore:

Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:

La pittura:

Le foto di“pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:

I libri pubblicati:

Nessun commento:

Posta un commento