The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

21 ottobre 2017

Purosangue arabi, i cavalli della polizia di Doha

Questa invece, a differenza dei falchi di cui ho parlato nel post precedente, è una passione che condivido: i cavalli. Per molti anni ho montato e ultimamente salgo in sella ogni qual volta mi trovo in un luogo naturale che offre questa possibilità senza troppi vincoli e limitazioni.
Le scuderie della polizia del Qatar sono belle, ben tenute, in spessa muratura e con ventilatori ovunque, per rendere il più piacevole possibile la vita anche a questi stupendi animali. Lo so, anche loro “forse” starebbero meglio liberi in Natura, anziché troppo a lungo rinchiusi in pochi metri quadrati… Tuttavia il rapporto tra uomo e cavallo è una delle sintonie più belle che ho sperimentato direttamente nella mia vita.



















Cliccate sulle foto per ingrandirle ed apprezzarle maggiormente.
Molte più foto sono nel mio spazio in Facebook.
Chi desidera visionarle mi chieda il contatto specificando il motivo “fotografico”.
Grazie.



Altri link dell’autore:

Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:

La pittura:

Le foto di“pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:

I libri pubblicati:

Nessun commento:

Posta un commento