The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

4 maggio 2018

Dubai Marina, Dubai Frame, Dubai Mall & Burj Khalifa, e Miracle Garden: una faticosa e meravigliosa giornata


Perché faticosa? Muovendomi quasi solo in Monorail, in tram e in metro, ho camminato molto per tutto il giorno e qui ci sono 37/40 gradi all’ombra… Vi lascio immaginare la percezione della temperatura camminando a lungo sotto il sole a picco sulla testa, per poi entrare e uscire sudati fradici da luoghi “ghiacciati” e super-condizionati come i centri commerciali, i tram, i metro, gli hotel e i ristoranti. Con questo caldo e questo sbalzo di temperature, ammalarsi è quasi una certezza! J Detto questo, oggi ho rivisto luoghi già esplorati un anno fa ma con una luce differente (Dubai Marina è però più interessante con le luci della notte, e anche il grattacielo Burj Khalifa, il più alto del mondo con i suoi quasi 830 metri di altezza (https://it.wikipedia.org/wiki/Burj_Khalifa), è forse più interessante verso il tramonto. Inoltre il buio della sera offre lo spettacolo di musica e luci delle favolose fontane nel grande lago artificiale ai suoi piedi.
Alla Dubai Frame (un’attrazione aperta da pochi mesi) voglio invece dedicare un post a sé, e per quanto riguarda il Miracle Garden (https://en.wikipedia.org/wiki/Dubai_Miracle_Garden), che ho visto prima del tramonto, forse la luce piena del sole gli avrebbe reso maggiore giustizia e vivacità ai colori dei fiori.
Giornata lunga e impegnativa, ma quando si viaggia non ci si deve risparmiare né tantomeno impigrire: sennò si viaggia a fare? J

MiniVideo nella moschea di Dubai Marina:



Affacciandomi la mattina dalla finestra dell'Atlantis...


L'enorme acquario dell'Atlantis piace a grandi e bambini.
E' bellissimo, ma è molto più bello lasciare i pesci liberi nel mare


Partenza in monorail dall'Atlantis Hotel


I grattacieli di Dubai Marina



Oggi è venerdì, giorno di celebrazioni nelle Moschee


La bella Moschea di Dubai Marina


Con gentilezza, discrezione e rispetto si può 
entrare, assistere e fotografare.




Un altro enorme acquario al Dubai Mall


Il grande lago artificiale ai piedi del Burj Khalifa, 
il grattacielo più alto del mondo (circa 830 metri). 
La sera grande spettacolo di musica, luci e fontane da 
rivedere anche questa volta una delle prossime sere.




Burj Khalifa: il re dei grattacieli


Miracle Garden: un bel parco-giardino di fiori, a volte 
con angoli kitch e pacchiani...
Chissà cosa costa innaffiare tutto...? 
Infatti chiude tra qualche giorno 
e per tutta la stagione più calda rimane chiuso












Ritorno serale nelle atmosfere dell'Hotel Atlantis


La hall principale dell'Atlantis



Cliccate sulle foto per ingrandirle ed apprezzarle maggiormente.
Molte più foto sono nel mio spazio in Facebook.
Chi desidera visionarle mi chieda il contatto specificando il motivo “fotografico”.
Grazie.



Altri link dell’autore:

Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:

La pittura:

Le foto di“pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:

I libri pubblicati:


Nessun commento:

Posta un commento