The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

25 gennaio 2011

Quanto saremo in rete?

Dopo che avremo lasciato i confini nazionali saremo in balia delle connessioni Wireless di Francia e Spagna, in quanto non potremo utilizzare la nostra chiavetta Internet con la Sim italiana e, visto che transiteremo solo per alcuni giorni in quei due Paesi, non acquisteremo certo una Sim locale.
In Marocco vedremo. Pare che là le connessioni Wireless siano utilizzate intorno agli alberghi e a volte nei campeggi. Non siamo certi dell’esistenza di Sim locali e neppure della copertura telefonica dell’intero Marocco. Tutto ciò per riflettere sul fatto che non è assicurata la nostra presenza in rete così assidua come in queste settimane italiane, per quanto riguarda i post nel blog e il carico delle foto in Facebook. Ci dispiace.
Rischiamo di accumulare molto lavoro da smaltire durante i due/tre mesi che intendiamo trascorrere in terra d’Africa… J

Nessun commento:

Posta un commento