The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

28 maggio 2011

Poco da raccontare

Siamo poco presenti nel blog perché non abbiamo molto da raccontare come è stato nei giorni di viaggio. La vita a Màlaga continua tra logistica (fatto fare un meritato tagliando alla Vespa) e sperimentazione di mercatini nei giorni feriali (scarsi).
Se le previsioni del tempo saranno positive per tutta la prossima settimana, il programma è ancora quello che già era stato considerato per la scorsa settimana: raggiungeremo Siviglia e poi Cadice per ritornare esplorando la costa fino a Tarifa. Molte informazioni che ci giungono sono a favore di quelle zone dal punto di vista delle opportunità di vendita.
In questi giorni qui a Màlaga abbiamo assistito a grandi manovre militari in preparazione delle due giornate delle Forze Armate di Spagna celebrate oggi e domani alla presenza del Re, con grandi manifestazioni di acrobazia aerea, elicotteri, portaerei, ecc. ecc.
Un bel dispendio di denaro nella Spagna del 2011, dalla disoccupazione elevatissima e con gli “Indignados” a riempiere le piazze.
Indignati del mondo, uniamoci e agiamo.
Fuoco in spiaggia a Màlaga

In attesa di un passaggio più consistente di persone:
forse da metà Giugno, dopo la fine delle scuole...

 
Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti

Nessun commento:

Posta un commento