The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

27 agosto 2011

L’Alcazar di Segovia

L’Alcazar di Segovia val bene un giorno in più in questa incantevole cittadina castigliana, uno dei luoghi che abbiamo apprezzato di più finora in tutta la Spagna.
Dopo una mattina di pioggia e freddo, la prima da molti mesi a questa parte, la giornata ha regalato cielo terso e azzurro, e il sole caldo ha compensato l’aria ancora frizzante di Segovia che si trova ad oltre 1000 metri di altitudine.
Il castello, che domina uno strapiombo da un’altezza di ottanta metri, risale al sec. XI e fu rifatto nel 1352-58 da Enrico II, ingrandito in seguito nella prima metà del ‘400 da Giovanni II, semidistrutto da un incendio nel 1862, è stato largamente restaurato. L’architettura piacevole ricorda i castelli dell’Europa centrale. Anche l’interno è interessante con stanze arredate e musei d’armi e armature.
Sulla strada per Salamanca, una fermata ad Avila ci ha fatto apprezzare la bellezza delle sue chiese e dei monasteri legati a Santa Teresa, ma soprattutto la sua stupenda cinta muraria al tramonto.
Questa mattina la temperatura esterna è scesa a 5 gradi e, rilevando quella interna al Wanderer di soli 14 gradi, abbiamo acceso la caldaietta per alcuni minuti! Strano quest’agosto spagnolo che nel giro di poche ore ti fa usare l’aria condizionata e il riscaldamento! J
L'Alcazar di Segovia



Segovia vista dalla torre dell'Alcazar




Le mura di Avila

Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti

Nessun commento:

Posta un commento