The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

20 maggio 2012

I dubbi di essere intelligenti e la meteorologia…

Quasi da ridere. Spedizione a San Giovanni Valdarno con arrivo il sabato pomeriggio nella cittadina, appunto, lungo l’Arno, seguita da accurata esplorazione logistica per individuare il punto di parcheggio più vicino al luogo di mercato. La cittadina è giustamente conosciuta per essere alquanto vivace e animata da molteplici iniziative. Le previsioni meteo hanno però continuato ad essere pessimistiche per quasi tutta la giornata. Dopo una notte travagliata, al risveglio il cielo era piuttosto sgombro di nubi, prontamente giunte e osservate in diretta – o quasi – tramite i satelliti sui siti meteo. Nel pomeriggio erano previste piogge forti o abbondanti e noi, in questi giorni “estremamente intelligenti” in quanto pieni zeppi di indecisioni e dubbi J (v. post precedente),  non ci siamo certo stimolati a vicenda per correre a montare il nostro gazebo e la nostra bancarella, con il rischio di passare la giornata ad osservare la pioggia, per poi smontare il tutto sotto l’acqua e camminare fino al Wanderer spingendo tristemente i nostri carrelli.
Per farla breve: per noi mercatino saltato, pioggia giunta a intermittenza, piccolo rimprovero da parte degli organizzatori, giornata in paranoia, ennesimo piccolo calo di autostima e serie domande a noi stessi su come stiamo approcciando questa “attività”.

Se non altro abbiamo conosciuto San Giovanni Valdarno...




Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti
 
Altri link dell’autore:
Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:
La pittura:
Le foto di “pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:
I libri pubblicati:

Nessun commento:

Posta un commento