The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

28 dicembre 2012

Tramonti

 
Ultimi tramonti del 2012. La natura è sempre bella e se ne infischia bellamente dei travagli umani. Sono stato qualche ora a guardare il mare in eterno movimento senza consapevolezza. Senza bontà e senza misericordia. Il mare crea la vita e la toglie senza alcuna pietà. E questo è il suo fascino.
Con la fine di quest’anno vissuto e difficile, sento sempre di più che sta tramontando qualcosa che nel prossimo anno non potrà più continuare.
Non aggiungo altre inutili parole.
 


2 commenti:

  1. C'è una vena molto triste in questo post.
    Spero che possiate ritrovare la serenità che vi ha permesso di affrontare quasi 2 anni di vita on the road.
    un caro saluto.
    Approfitto per augurarvi un nuovo anno felice, sereno e ancora a zonzo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Daniele. La mia vita itinerante non sarà economicamente possibile e nella migliore delle ipotesi dovrò fermarmi a lavorare da qualche parte. E anche la mia vita con Sara è messa seriamente a rischio dalle sue scelte di vita non compatibili con le mie. Ma questo fa parte del gioco... Grazie per gli auguri che ricambio di cuore.

      Elimina