The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

24 giugno 2017

Ritorno in Sardegna

Dopo nove anni dall’ultima volta, sono felicemente ritornato in Sardegna, una regione di cui amo i paesaggi, il mare, la gente, i fiori e le atmosfere. E’, come mi succede spesso ultimamente, un viaggio per motivi di lavoro ma che mi permette  comunque di riassaporare questa terra che ho sempre amato dalla prima volta in cui vi ho messo piede moltissimi anni orsono.
Ci rimarrò ventisei giorni e questo è solo il primo assaggio: una giornata iniziata a Porto Cervo, passando per Poltu Quato, sfrecciando in barca verso La Maddalena e le sue insenature protette dal maestrale.
Acque limpide, rocce che ispirano avventure, arrampicate e tuffi, sole e vento piacevoli, simpatica compagnia.
Un angolo di paradiso.



Porto Cervo


Poltu Quatu


Navigando verso...


...La Maddalena


Le vedete?
Due persone sedute in cima alle enormi rocce della costa




Ritorno a Poltu Quatu




E un bel tramonto a Porto Cervo
(ma questo era di ieri sera...)



Cliccate sulle foto per ingrandirle ed apprezzarle maggiormente.
Molte più foto sono nel mio spazio in Facebook.
Chi desidera visionarle mi chieda il contatto specificando il motivo “fotografico”.
Grazie.



Altri link dell’autore:

Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:

La pittura:

Le foto di“pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:

I libri pubblicati:

Nessun commento:

Posta un commento