The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

19 novembre 2017

Framura operazione kayak, secondo test: Lago d’Iseo


 Dopo il varo effettuato a Luglio non sono più riuscito a mettere in acqua il mio kayak. Oggi secondo test al Lago d’Iseo. Il Wanderer è stato comodamente parcheggiato a Provaglio, e la Vespa caricata dello zainone con il kayak ci ha portato nei pressi della Spiaggetta di Iseo, in realtà dall’acqua un po’ troppo bassa in questo periodo. Ma sono riuscito a partire, piccola deriva permettendo, puntandomi sulla pagaia e senza bagnarmi scarpe e calze.
Dopo circa un’ora e mezza di pagaiate contro vento ma con un bel lago calmo al sole di Novembre, ho desistito nel raggiungere l’isoletta di San Paolo che si trova a ridosso di Montisola. Le distanze sull’acqua sembrano sempre minori di quello che sono. Oltretutto il vento era girato e l’avrei avuto contro anche al ritorno. Deciso di tagliare verso la costa nei pressi di Pilzone, in cerca di un approdo più idoneo della spiaggetta di partenza. Trovato nel luogo della Spiaggiettina. Asciugato il kayak, messo tutto nello zaino e lasciato nel giardino di una gentile coppia.
Camminato circa tre quarti d’ora sulla ciclabile per Iseo, raggiunto la Vespa e tornato a riprendere Framura, al quale sono sempre più affezionato: con lui ho affrontato di prua anche qualche onda provocata da un traghetto.
Mi sto allenando per andare nel fiume Adda. Ho bisogno di sentirmi più padrone del mezzo…! J
Bello essere in mezzo al lago. C’eravamo solo io ed una piccola barca a vela.



Iseo, la Spiaggetta di partenza, la Vespa e il saccone del kayak


Eccolo pronto!


Un selfie anche oggi ci stava bene! :-)



Rotta verso l'Isoletta di San Paolo e Montisola


Ottimo luogo di approdo a Pilzone




Cliccate sulle foto per ingrandirle ed apprezzarle maggiormente.
Molte più foto sono nel mio spazio in Facebook.
Chi desidera visionarle mi chieda il contatto specificando il motivo “fotografico”.
Grazie.



Altri link dell’autore:

Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:

La pittura:

Le foto di“pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:

I libri pubblicati:

Nessun commento:

Posta un commento