The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

21 dicembre 2010

I gatti di Roma e i salti di Sara

Questa mattina ci siamo svegliati circondati dai gatti che vivono nell’area attrezzata per i camper alla Casilina. Sara ha offerto del salmone e adesso non ci abbandonano più: ogni volta che apriamo la porta del Wanderer qualcuno di loro, soprattutto il grigio-tigrato, il nero-pantera e il pomellato-giaguaro, sono lì ad attendere altro gustoso cibo.
Oggi bella giornata di quasi totale sole e temperatura ottimale anche per scorazzare in moto per l’Urbe eterna. Itinerario tra il Vaticano, e il Campidoglio e pranzo in trattoria romana a Trastevere. Rientrati presto alla Casilina dai nostri gatti per lunga e piacevole doccia offerta dal Wanderer; acquisti al fornito market di accessori e ricovero in camper della Vespa, pronti a partire domani verso la Sicilia. Lasciamo Roma al suo asfissiante traffico, agli studenti che domani manifesteranno nuovamente e alle forze ingenti di polizia pronte a contrastarli. Verrebbe voglia di fermarsi e mettere l’elmetto (il nostro casco della Vespa che già i celerini hanno ben notato ieri) ma la situazione è veramente complessa e noi abbiamo altri obiettivi e altre priorità.
Viste che le affidabili previsioni meteo che non danno troppo sole a Napoli nei prossimi giorni, proseguiremo probabilmente verso la Sicilia che promette climi allettanti.
Sara ha inaugurato un nuovo filone di foto: i “salti di gioia”! Vedere per credere in Facebook!
        Stasera ottimo film e poi a nanna.

I gatti di Roma!


I salti di gioia di Sara, un nuovo filone di Photo Pop Art...?

Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti

Nessun commento:

Posta un commento