The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

29 gennaio 2011

Media bassa

Il paesaggio francese è stato ingrigito da una giornata di nuvole e piogge frequenti, accompagnate dal solito vento che da queste parti è di casa. La scelta di evitare i pedaggi autostradali rallenta la marcia, insieme all’operato del navigatore che specie a ridosso delle città, ci fa innervosire e non poco. La segnaletica francese verde non autostradale ci pianta in asso alla periferia dei centri urbani e ci si deve affidare ciecamente o quasi al nostro amato-odiato Garmin, le cui indicazioni sono dubbie e le cui mappe non sempre appaiono aggiornate. Ci consola che il paesaggio francese fuori dall’autostrada è interessante è ci regala angoli che altrimenti non sarebbe possibile incontrare.
Tenuto conto di tutti questi fattori, e del fatto che non abbiamo fretta né ci alziamo la mattina all’alba (io si ma Sara no… J), la media giornaliera è bassa per un totale di 820 km nell’arco dei primi due giorni di viaggio. Non siamo nemmeno arrivati in Spagna!
Ci troviamo nei pressi di Agde, poco prima di Beziers e contiamo di fare una tappa maggiore oggi in Spagna, strade statali permettendo.


Un paesino francese attraversato oggi


Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti

Nessun commento:

Posta un commento