The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

5 gennaio 2011

Palermo, atmosfere cubane

Un primo assaggio di Palermo mostra con orgoglio le sue cupole e i palazzi realizzati con la pietra bianca di tufo. E’ città dai mille volti, storico crocevia delle culture mediterranee, e a me ricorda le affascinanti atmosfere di certi  quartieri dell’Havana a Cuba. Ballarò ad esempio, un giornaliero tripudio di suoni, colori e aromi di spezie, frutta, verdura, carne e pesce in quantità, il tutto a prezzi modici con grande gioia di Sara che ama le insalate di mare.
Qui intorno c’è molto da vedere: ci fermeremo qualche giorno.
“Viaggiare, vivere e lavorare in Europa” come da sottotitolo iniziale, per ora vedrà operativi solo i primi due verbi: il lavoro comincerà più avanti, forse dopo il Marocco, nostra probabile meta dopo il rientro a Bergamo per ritirare la carta di soggiorno di Sara e richiedere il visto per lei.
Per ora ci gustiamo a piene mani la Magna Grecia e Palermo, una città che ha molte promesse da mantenere.

La Cattedrale di Palermo


Ballarò e il suo mercato



Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti

Nessun commento:

Posta un commento