The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

7 febbraio 2011

La fortuna di non dormire troppo

Avendo qualche anno in più di Sara (decisamente troppi…! J) dormo di meno e in occasioni come questa mattina mi godo certi momenti che lei nel suo dolce sonno si perde…
Sveglia presto e decisione di percorrere con il Wanderer il facile percorso deserto delle strade di Casablanca fino alla Moschea di Hassan II, con Sara "in cuccetta".
Sono stato premiato: la moschea deserta e illuminata era suggestiva e incantata. Gli uomini della sicurezza nazionale, presenti giorno e notte, sono stati gentili e disponibili, venendo a conoscere l'unico viaggiatore presente per capire se fossi un terrorista notturno.
Le foto credo siano molto belle e, purtroppo per voi, questa volta ho dovuto fare anche da modello, in mancanza della mia musa ispiratrice. J
Alle nove c’è la prima visita guidata all’interno della moschea: quindi sveglia di Sara, colazione, tour nella Moschea e poi partenza verso Azemmour, direzione El-Jadida.
Moschea recuperata appieno.





 
La moschea di Hassan II ed io


Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti



Nessun commento:

Posta un commento