The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

8 maggio 2011

Sperimentazioni

Giornata trascorsa sul lungomare di Malaga in compagnia di molti altri venditori abusivi e di Ciky, un nuovo amico ceco che abita da queste parti da molti anni vivendo, non senza difficoltà, grazie alla sua arte nella produzione di articoli in cuoio. E’ stato lui, quando lo abbiamo incontrato alcuni giorni fa nel centro di Malaga, che ci ha suggerito il lungomare per iniziare la nostra avventura di lavoro in un’area dove i venditori abusivi vengano generalmente tollerati. Risultati: abbiamo rischiato due volte di vendere qualcosa, ma solo rischiato. J
In questo periodo, la molta gente che affollava le spiagge e soprattutto i ristoranti e i bar, non è composta dai ricchi turisti stranieri ma essenzialmente da locali che non hanno molti soldi in tasca se non per mangiare e bere. Quindi zero incassi, e quasi lo stesso per Ciky e molti altri che ci facevano compagnia sul lungomare. Inoltre era domenica, quindi figuriamoci quante probabilità di vendita ci possono essere durante la settimana!
Una giornata non fa testo e forse tenteremo di nuovo. Può essere che dopo la fine delle scuole, intorno al 20 giugno, qui ci sia molto più movimento e si possa sperare in qualche entrata.
Siamo ancora incerti sul da farsi. Forse andremo nei comuni a chiedere ulteriori informazioni per le licenze, forse torneremo ancora verso ovest, dopo Tarifa per verificare l’esistenza di altri luoghi adatti ai nostri obiettivi. Ci dispiacerebbe tuttavia lasciare Malaga e la comoda ed economica situazione trovata per vivere nel Wanderer.
Oggi logistica: sostituito finalmente l’inaffidabile pneumatico della Vespa e fatto il lavaggio di vestiti e lenzuola in una comoda lavanderia automatica.
Tutto è ancora in divenire.


Una bancarella improvvisata, per ora...


L'arte di Sara


Sara con Ciky, sotto il sole di Malaga


I nostri prodotti: per ora incassi zero!  :-)



Necessaria logistica


Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti

Nessun commento:

Posta un commento