The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

20 agosto 2011

La Regina del Sud

La Regina del Sud è un bel romanzo dello scrittore spagnolo Arturo Pèrez-Reverte, pubblicato nel 2002. Il libro racconta l’appassionante storia di Tereza Mendoza, una messicana che fugge in Spagna dove si trova presto coinvolta nel traffico di droga. La sua vita, i suoi desideri, le sue speranze, speranze, gli amori, le gioie e i dolori, e anche i suoi affari illeciti vengono narrati sapientemente con una serrata tecnica di ricostruzione giornalistica.

L’ambientazione, a parte alcune parentesi messicane, è essenzialmente situata nel sud della Spagna, proprio nelle zone che da alcuni mesi sono il nostro paesaggio geografico e umano, nonché il Marocco che abbiamo conosciuto durante lo scorso inverno. Questo ha reso il libro ancora più interessante.

Il sofferto personaggio di Tereza Mendoza, probabilmente ispirato a una storia reale, è ottimamente delineato nella sua psicologia di donna che trova il suo spazio in un mondo complesso e violento dove il confine della legalità e dell’illegalità non sono così chiari e distinti in una commistione di corruzione globale di un sistema dove tutto e tutti  hanno un prezzo e quasi tutto e tutti si possono comprare.

Un mondo dove chiunque può fare le cose peggiori ma dove sempre c’è la possibilità di un riscatto.

Umanamente bellissima la figura del killer Pote Gàlvez che diventerà poi la sua fedele guardia del corpo.

Da leggere.


Nessun commento:

Posta un commento