The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

23 ottobre 2011

Sintra e i suoi castelli

Famosa residenza estiva dei sovrani portoghesi, immersa in un paesaggio di rocce e giardini, Sintra regala castelli e palazzi da ammirare.
Il palazzo reale – piacevolmente gratis la domenica – è un pittoresco complesso di eterogenee costruzioni, caratterizzato da due enormi camini conici che si ammirano anche dall’interno nelle grandi cucine. Interessanti gli arredi, le pitture, gli intarsi dei mobili.
Il Castelo de Pena – a pagamento e poco più in alto del Castelo do Mouros con le sue mura arroccate sulla collina – è un colossale palazzo a più corpi eretto nel 1840-50 dal tedesco Eschwege per il re-consorte Ferdinando di Coburgo-Gotha, marito della regina Maria II, entrambi morti pazzi: forse per questo tutti gli stili (arabo, gotico, manuelino, rinascimentale, barocco) vi si mischiano in un quasi assurdo ma pittoresco quadro. Sembra quasi il paesaggio di un’antica Disneyland, una strana costruzione di una Las Vegas del passato. Bellissimi gli arredi interni - non fotografabili - di tutte le stanze del palazzo.
A voi farvi un’opinione con la visione delle foto qui di seguito.
La pioggia da giorni prevista è arrivata solo nel primo pomeriggio – vento freddo compreso – lasciandoci durante la mattina godere di Sintra e delle sue bellezze architettoniche senza prendere una goccia d’acqua.

Sintra e i suoi molteplici stili architettonici





Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti

Nessun commento:

Posta un commento