The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

18 giugno 2013

Sempre più in alto


La temperatura sale di qualche grado e noi saliamo di qualche centinaio di metri nella Valle.
Da ieri siamo a Donico a poche centinaia di metri dal Passo della Presolana (1297 mt. s.l.m.), in una verdeggiante area che nei fine settimana è alquanto affollata ma in questi giorni è tutta a nostra disposizione.
Il Wanderer resta riparato tutto il giorno nell’ombra regalata da tre maestosi castagni e l’aria è così fresca che il problema del caldo è inesistente (mai più di 25/26 gradi) mentre a Bergamo City sono in arrivo un paio di torridi giorni con una percezione di calore che raggiungerà i 35 gradi.
E, sia pure un po’ fuori allenamento, ieri abbiamo corso da qui fino al Salto degli Sposi (di triste memoria, la leggenda racconta che si gettarono nel vuoto due innamorati…), mentre oggi siamo giunti fino alla cima del Monte Scanapà (circa 1600 mt.) dove l’omonimo rifugio giace trascurato e chiuso da anni.
Il contatto con la natura è un po’ di fatica fisica possono solo far bene alla nostra mente ultimamente un po’ provata.
 
 
Il Wanderer nel verde scenario di Donico, Passo della Presolana
 



 
I nostri vicini di casa
 


 
In cima al Monte Scanapà: una terrazza di fronte alla Presolana
 


 
Un trampolino sulla Valle
 
 
Pascolo serale: un grazioso asinello

 
 

Per visualizzare le foto in dimensioni maggiori cliccare sull’immagine. Chi fosse interessato a vedere altre fotografie del viaggio ci chieda amicizia in Facebook cliccando qui : www.facebook.com/eliseo.oberti
 
Altri link dell’autore:
Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:
La pittura:
Le foto di“pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:
I libri pubblicati:
 

Nessun commento:

Posta un commento