The Wanderer (1885)

The Wanderer (1885)
Alla fine dell’800 in Gran Bretagna esisteva un tiro a due cavalli chiamato The Wanderer (il vagabondo, il viandante), considerato il precursore dei veicoli ricreazionali, gli attuali caravan e autocaravan. Il dottor William Gordon Stables, un medico di origini scozzesi, commissionò la costruzione di questo veicolo ritenendo la vita itinerante all’aria aperta benefica per la salute, e nel 1885 ricoprì oltre duemila chilometri dalla sua casa di Twyford nel Berkshire per giungere alla città di Inverness in Scozia. A bordo di questi affascinanti veicoli iniziarono così a viaggiare altri gentlemen-gipsies, gentiluomini zingari, dando origine alle prime esplorazioni plenair accompagnate da un indubbio spirito di avventura. Un sogno anche per noi che abitiamo in un mondo (oggi come ieri) costellato da fili spinati, frontiere e burocrazia soffocante. Il mio blog e il libro che ho scritto sono dedicati a quegli uomini come un personale contributo, un inno di libertà, all’utopica libera circolazione degli esseri umani su questo meraviglioso pianeta.

8 febbraio 2015

Stesso posto, mai uguale

Ultimamente quando Aurora, Renzo, Roberto ed io dobbiamo scegliere una meta, alla fine torniamo nello stesso posto, nella stessa area che racchiude in pochi chilometri il Lago d’Iseo, Montisola, le Torbiere del Sebino e le montagne a ridosso.
Gli “stessi posti” ma sempre diversi nelle diverse stagioni, con i diversi climi, con luci sempre nuove che illuminano i paesaggi e ci appagano gli occhi e il cuore che sorride insieme a noi e alle nostre risate.
E quanti posti ci sono qui intorno dove si può mangiare all'aperto, al sole di inizio febbraio, senza avere minimamente freddo?


Un angolo di "charme" a Montisola, Lago d'Iseo


Neve e torbiere ghiacciate a Provaglio d'Iseo


Vista dalla Madonna del Corno


Aurora, Renzo, Roberto e le nostre risate anche oggi



Altri link dell’autore:

Il canale in You Tube dove trovare tutti i minivideo di Gentleman Gipsy:

La pittura:

Le foto di“pop art”: curiosità, stranezze e poesia del mondo come lo vedo io:

I libri pubblicati:

Nessun commento:

Posta un commento